Porti: Armao, collaborazione con Marina

Dalla mareggiata del 2012 l'attracco e la sicurezza nel porto nuovo di Pantelleria era limitata. Un grosso masso di oltre 500 chili era finito sui fondali. Per rimuoverlo sono intervenuti a maggio del 2018 i palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comsubin. I militari hanno utilizzato dei particolari tubi contenenti anidride carbonica (CO2) allo stato liquido e delle miscele chimiche non esplosive inseriti nel macigno da distruggere tramite fori praticati con un trapano idraulico subacqueo. Tubi, innescati elettricamente, che hanno consentito di frantumare il grosso masso e portare i pezzi in superficie. "Un modello quello di Pantelleria - ha detto il vicepresidente dela Regione Gaetano Armao presente alla conferenza stampa questa mattina sulla nave Amerigo Vespucci attraccata al porto di Palermo - che sarà esteso anche ad altre zone della Sicilia''.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Palermo Today
  2. Nuovo Sud.it
  3. Palermo Today
  4. FiloDirettoMonreale
  5. Grandangolo Agrigento

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Trappeto

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...