Porti: Armao, collaborazione con Marina

Dalla mareggiata del 2012 l'attracco e la sicurezza nel porto nuovo di Pantelleria era limitata. Un grosso masso di oltre 500 chili era finito sui fondali. Per rimuoverlo sono intervenuti a maggio del 2018 i palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comsubin. I militari hanno utilizzato dei particolari tubi contenenti anidride carbonica (CO2) allo stato liquido e delle miscele chimiche non esplosive inseriti nel macigno da distruggere tramite fori praticati con un trapano idraulico subacqueo. Tubi, innescati elettricamente, che hanno consentito di frantumare il grosso masso e portare i pezzi in superficie. "Un modello quello di Pantelleria - ha detto il vicepresidente dela Regione Gaetano Armao presente alla conferenza stampa questa mattina sulla nave Amerigo Vespucci attraccata al porto di Palermo - che sarà esteso anche ad altre zone della Sicilia''.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. FiloDirettoMonreale
  2. RagusaNews.com
  3. Tp24.it
  4. Nuovo Sud.it
  5. TrapaniOk.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Trappeto

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...